L’outsourcing nelle produzioni complesse

Sai cos’è l’outsourcing? L’outsourcing è quel processo attraverso il quale le aziende affidano ad un fornitore esterno un’attività o un servizio.

 

Il grado di innovazione, anche in questo ambito, ha raggiunto livelli alti e ha generato nel corso del tempo importanti cambiamenti, sia nei modelli di business adottati dalle aziende sia nel modo in cui queste generano valore. Oggi non è difficile trovare aziende che si occupino di trasformazione o di assemblaggio, il cui modello di business non prevede la presenza di magazzini: il rifornimento delle linee di trasformazione, la consegna dei kit alle linee di assemblaggio e, addirittura, la gestione e la consegna del prodotto finito vengono affidate ad un operatore esterno specializzato. E sulla scia di questo esempio, se ne possono trovare molti altri: vi sono realtà che scelgono l’outsourcing delle attività di procurement o di quelle di manutenzione degli impianti.

 

Continua la lettura...

Emprover in action #3 – A caccia di flusso

Come è noto da tempo, soprattutto per chi si occupa di “lean production”, il miglioramento delle performance aziendali passa attraverso la trasformazione dei processi aziendali in “flussi di attività”.

Le migliori performance dei processi si ottengono quando le attività “fluiscono” attraverso il processo senza mai interrompersi, i 7 sprechi sono l’evidenza di un interruzione del flusso di attività e il takt time, il one-piece-flow e il pull system sono i principi del modello per disegnare il flusso.

La cosa curiosa è che, parlando di persone, gli psicologi affermano che le persone danno il massimo delle performance proprio quando si trovano il uno “stato di flusso”……..

Continua la lettura...

Innovation Hint 3: Persone prima della tecnologia

Se legassimo l’innovazione alla sola disponibilità di tecnologie sofisticate, potremmo concludere in modo riduttivo che basta avere i mezzi economici per essere tra i leader innovativi. La storia imprenditoriale ci insegna che non è così.

L’investimento sulle persone con l’obiettivo di realizzare un’azienda aperta e dinamica è quello che sul lungo periodo paga senz’altro di più ed è l’unico modo per massimizzare anche l’investimento tecnologico.

Continua la lettura...

Innovation Hint 2: Sfrutta Dati e Intelligenza Artificiale

Le tecnologie attuali ed il mondo dell’intelligenza artificiale possono aiutare a capire cosa determina il successo di un’innovazione. Alla base però c’è sempre la capacità delle persone di interpretare i dati, senza la quale la loro disponibilità è inutile.

Saper analizzare con metodo le esperienze innovative proprie e quelle degli altri, può diventare una leva formidabile per innovare con successo.

Continua la lettura...

Innovation Hint 1: Costruisci solide basi

La scelta dell’innovazione come strategia vincente, per non risultare effimera, come sovente succede a molte start up, richiede di non perdere di vista la costruzione di fondamenta solide per sostenerla nel medio-lungo periodo.

Il percorso per puntare ad essere un’azienda vincente passa attraverso una cultura innovativa delle persone, un’organizzazione flessibile ed efficace del processo e l’utilizzo di strumenti avanzati che supportino la individuazione di piste innovative di successo.

Continua la lettura...

Hai un business model adatto a sostenere le tue innovazioni?

“Il problema non è mai come farsi venire in mente qualcosa di nuovo e innovativo ma come eliminare le convinzioni vecchie”
Dee Hock (Founder of the Visa Credit Card Association)

La maggior parte degli sforzi e degli investimenti sul fronte dell’innovazione è spesso concentrata sulla ricerca spasmodica dell’idea originale o della nuova tecnologia. La stessa attenzione non è sempre rivolta alle variabili o, se volete, alle opportunità che le combinazioni nuove idee – nuove tecnologie introducono sul modello di business di un azienda. Diventa fondamentale quindi porsi la domanda: la mia idea originale di innovare il mio prodotto/servizio è compatibile con il mio attuale modello di business?

Continua la lettura...

Storia di un Emprover – Episodio 8 – Il vantaggio del benessere organizzativo

Le persone che si sentono bene al lavoro sono persone motivate e, a parità di competenze, persone motivate lavorano meglio, portando risultati migliori di persone non motivate. Lo dicono ormai i non tanto più recenti studi realizzati in diverse parti del mondo. Lo testimoniano anche le (poche) aziende che, pensando al benessere dei propri collaboratori come ad un obiettivo della strategia aziendale, hanno ottenuto risultati talvolta inaspettati.

 

E lo dico anche io, che come Emprover so quanto il benessere che conduce alla motivazione sia importante quando si chiede alle persone di cambiare e migliorare.

 

Perché, anche di fronte a queste evidenze, manager ed imprenditori non fanno del benessere organizzativo un elemento chiave per l’eccellenza e per il successo della propria azienda?

Continua la lettura...

STORIA DI UN EMPROVER Episodio 6 – L’essenza del lato ‘soft’ per essere un Emprover

Chi sente parlare di competenze ‘soft’ e non le conosce, spesso pensa che queste parole indichino qualcosa di poco chiaro, difficile da capire e da interpretare. Li confonde con espressioni quali ‘principi generali’, ‘pensiero comune’, ‘buon senso’. In ambito aziendale, invece, sono significano comunicazione efficace, commitment espresso, clima sereno, coinvolgimento delle persone. Chi non è d’accordo? Hai mai sentito un manager che afferma di non coinvolgere le proprie risorse nelle decisioni aziendali? La realtà, però, è diversa!

Continua la lettura...

Web, social network, big data: cosa succede nelle nostre aziende?

“Stranamente, non abbiamo mai avuto più informazioni di adesso, ma continuiamo a non sapere che cosa succede” Papa Francesco

 

L’informazione e la diffusione di notizie nelle organizzazioni moderne hanno un ruolo fondamentale. Oggi le dinamiche di sviluppo e le evoluzioni tecnologiche, così come quelle normative e socio-economiche, sono velocissime; diventa quindi indispensabile rimanere sempre vigili, cercando di intuire cosa accadrà e prevedere gli impatti e le opportunità che possono generare sul nostro modo di vivere e sul nostro business. Credi che le nostre aziende siano sempre all’erta?

Continua la lettura...